Libri per passione
Marchi di accettazione PayPal
COME RISOLVERE I PROBLEMI DEL VOSTRO CAN

Ean13: 9788827600511
Autore: AMANDA O'NEILL
Editore: CASTELLO
Prezzo:12,0010,20
Q.tà:
Disponibili: >100

Essere padroni di cani nel XXI secolo è più problematico che mai. Il nostro stile di vita è sempre più "urbano", più orientato al lavoro e, di conseguenza, meno adatto ai cani.
Ci aspettiamo che siano loro ad adattarsi ai nostri ritmi e alle nostre abitudini, anche se siamo al lavoro tutto il giorno e impieghiamo il tempo libero cucinando, con gli amici e coi bambini. Nell'epoca delle auto, tendiamo a camminare sempre meno e dobbiamo sforzarci di riservare parte del nostro tempo per le passeggiate col cane, spesso sottovalutandone i bisogni e le naturali propensioni a seguire il proprio istinto.

Uno degli elementi più importanti nella crescita di un cane è rappresentato senza dubbio dall'addestramento. Al di là dei corsi con addestratori qualificati, certamente utili e consigliati, specialmente durante la fase di crescita di un cucciolo, è fondamentale per i padroni di cani imparare a "pensare come loro". Gran parte dei problemi comportamentali, infatti, si risolve:
- Impiegando la giusta quantità di tempo all'addestramento
- Facendo fare al cane più esercizio fisico
- Tentando di "pensare come un cane"
- Ricordando che i premi funzionano meglio delle punizioni

Pensare come un cane significa imparare a interpretarne correttamente il comportamento, evitando di ragionare come se si trattasse di una persona. Bisogna capire come mettersi nei suoi panni per evitare fraintendimenti. E' molto facile dare al cane un messaggio sbagliato: rincorrendolo quando ruba un calzino, ad esempio, penserà che volete giocare e non fermarlo. Meglio ignorarlo e provare a distrarlo, anche se questo significa sacrificare un calzino. Se vi salta addosso con le zampe infangate e lo sgridate, penserà che state rifiutando lui - non le sue zampe sporche - e potrebbe essere riluttante ad avvicinarsi: meglio ignorarlo e cominciare a insegnargli come accogliervi con le quattro zampe per terra.

Nella tabella sottostante sono presentati alcuni dei comportamenti che si ravvisano più di frequente tra i cani e che sono alla base di altrettanti fraintendimenti se non vengono decifrati in modo corretto. 

Un primo, piccolo passo, per imparare a capirsi meglio.

Come.jpg


GUIDA AI FIORI SPONTANEI

Ean13: 9788827600481
Autore: ELENA FERIOLI, LANZA MASSIMO
Editore: CASTELLO
Prezzo:14,0011,90
Q.tà:
Disponibili: >100

La Cota Tinctoria, più conosciuta come "Camomilla dei tintori" o "Occhio di bue" è una pianta erbacea aromatica perenne o, talvolta, biennale. Deve il suo nome specifico al fatto che i fiori, ricchi di pigmenti gialli, anticamente venivano usati per tingere le stoffe. Può essere utilizzata nei giardini, come graziosa pianta ornamentale, mentre nella medicina popolare i capolini sono impiegati per farne infusi (da qui il riferimento alla camomilla). Si trova in prati incolti, ai bordi delle strade, fino ai 1.500 m di altitudine.

La Cota Tinctoria è una delle 300 specie di fiori che vengono minuziosamente descritti nella nuova edizione di "Guida ai fiori spontanei", di Eliana Ferioli e Massimo Lanza.

Massimo Lanza, autore degli scatti che arricchiscono il volume dal punto di vista grafico e permettono una rapida identificazione dei fiori, si è diplomato in Fotografia allo IED di Milano, per poi specializzarsi in fotografia naturalistica, dopo aver lavorato per anni nel campo dello sport e della cronaca.


Fiori.jpg



GUIDA AI FIORI SPONTANEI

Ean13: 9788827600481
Autore: ELENA FERIOLI, LANZA MASSIMO
Editore: CASTELLO
Prezzo:14,0011,90
Q.tà:
Disponibili: >100

Il Lilium Martagon (o "Giglio Martagone") è una specie protetta che fiorisce proprio a cavallo tra giugno e luglio. Cresce fra i 300 e i 1.800 metri di altitudine in boschi, radure, arbusteti, brughiere, prati montani e pascoli.
Era la pianta sacra a Marte, dio della guerra. I soldati la portavano sul campo di battaglia come amuleto. Alcune sue varietà a fiori candidi, bianco-avorio oppure bruno-rossicci, con steli di un verde brillante, sono coltivate nei giardini o anche in vaso.

Il Giglio Martagone è una delle 300 specie di fiori presentate nella nuova edizione di "Guida ai fiori spontanei", di Eliana Ferioli e Massimo Lanza. Una piccola Bibbia floreale, che classifica, illustra e descrive 300 specie, suddivise per colore dei fiori.
Caratteristiche, habitat, periodi di fioritura, ma anche tante curiosità su nomi, origini, tradizioni legate a ogni fiore. 

Eliana Ferioli, autrice dei testi, è 
biologa, giornalista e scrittrice. Da oltre quarant'anni si occupa di divulgazione scientifica e, oltre a pubblicare numerosi libri, a diretto per anni le riviste "Airone" e "Gardenia". 


Fioribis.jpg

101 ALIMENTI CHE FANNO BENE AL MIO BAMBI

Ean13: 9788857308586
Autore: MARIA PAOLA DALL'ERTA
Editore: RED
Prezzo:19,9016,92
Q.tà:
Disponibili: >100

Bilanciamento, equilibrio e varietà sono i tre concetti di riferimento per seguire un'alimentazione sana e sostenibile nel tempo.

Uno degli strumenti più semplici per orientarsi in questo senso è rappresentato dalla PIRAMIDE ALIMENTARE che, attraverso l'immediatezza di un'immagine, dispone gli alimenti in un ordine ben preciso, in base a una gerarchia qualitativa e quantitativa, in riferimento a una giornata e una settimana ideali. Si tratta naturalmente di un'indicazione sommaria, che non esenta dal consultare uno specialista in caso di problemi alimentari specifici.

La base della piramide è occupata da un riassunto delle buone abitudini settimanali e quotidiane, come un'attività fisica regolare (circa 2 volte a settimana) e un adeguato riposo (nel caso dei bambini minimo 10 ore). Al livello superiore troviamo l'idratazione a base di acqua. Seguono la frutta e la verdura, alimenti che non devono mai mancare a tavola. Appena sopra ci sono i cereali, importanti per il loro contributo energetico. Dalle 3 alle 5 porzioni al giorno, possibilmente integrali e rispettando una certa varietà. A decrescere, in termini di quantità, seguono latte e yogurt, semi e frutti oleosi, legumi, pesce, carne, formaggio e uova. Solo all'apice della piramide troviamo i condimenti (ovvero i grassi puri come burro e olio) e i dolci o snack., che andrebbero limitati a un consumo minimo nell'arco del mese.



Questa piramide alimentare è contenuta nel libro della Biologa Chef, Maria Paola Dall'Erta, intitolato 101 ALIMENTI CHE FANNO BENE AL MIO BAMBINO. E' pensato dunque in primo luogo per i bambini, ma i principi su cui si basa sono applicabili a persone di ogni età. Conviene sempre tenerla a portata di mano per seguirne il più possibile i consigli e regolare le proporzioni degli ingredienti nei nostri pasti. Un piccolo accorgimento, che tuttavia fa sicurmanete la differenza sul lungo periodo.



101 ALIMENTI CHE FANNO BENE AL MIO BAMBI

Ean13: 9788857308586
Autore: MARIA PAOLA DALL'ERTA
Editore: RED
Prezzo:19,9016,92
Q.tà:
Disponibili: >100

Equilibrio e varietà sono indiscutibilmente al primo posto tra i fattori che caratterizzano una dieta sana e bilanciata.
Un altro elemento di grande importanza è costituito dalla qualità delle materie prime e dalla tracciabilità del prodotto, che va a garantire la provenienza e il tipo di produzione degli alimenti.

Per chi è onnivoro e ama concedersi, con la giusta moderazione, una bistecca di manzo o una fettina di pollo, diventa importantissimo imparare a controllare e leggere le informazioni delle etichette, che variano anche a seconda del tipo di carne. La legislazione italiana infatti è differente a seconda che si parli di carne bovina, suina, avicola oppure ovina. Nell'acquisto di carni tagliate e preconfezionate è buona regola prediligere quelle con un'etichettatura con diciture "abbondanti" e con il bollo sanitario. Quest'ultimo è formato da tre codici scritti uno sopra l'altro: IT (Paese dello stabilimento di imballaggio), XXXY (codice dello stabilimento), CE (Comunità Europea).
Ma ciò che deve essere presente è: 
- il nome specifico della parte di animale;
- la quantità netta;
- la data di confezionamento;
- la data di scadenza;
- i consigli di conservazione;
- i consigli di impiego;
- il numero di riferimento dell'animale;
- il Paese di nascita (le carni importante nel territorio UE recano la dicitura "origine non UE")
- il Paese e il numero del luogo di allevamento; 
il Paese e il numero del luogo di macellazione;
il Paese e il numero del laboratorio di analisi;
- l'età dell'animale nel momento della macellazione. Per comodità si utilizza una terminologia specifica per indicarla: al di sotto degli 8 mesi si parla di vitello o categoria V, tra gli 8 e i 12 mesi di vitellone o categoria Z, al di sopra dei 12 mesi di bovino adulto;
- la categoria, nelle avicole (A: migliore; B: meno pregiata, in base alla conformazione dell'animale, alla consistenza della carne e del grasso);
- nelle carni avicole, il tipo di alimentazione o di allevamento.




Il consiglio di Maria Paola Dall'Erta, autrice di "101 alimenti che fanno bene al mio bambino", è di privilegiare quelle carni dove il Paese di nascita, di allevamento, di macellazione e di confezionamento coincidono. Nella carni avicole va privilegiata la categoria A e l'allevamento all'aperto con alimentazione da granaglie o macinati, preferibilmente non arricchiti con farina di soia, che nella maggior parte dei casi è OGM. Un altro accorgimento da non trascurare è lo stato di commercializzazione. Se possibile, meglio acquistare un prodotto fresco, né surgelato né conservato. La pratica di acquistare più carne del necessario e poi congelarla dovrebbe diminuire sempre di più a favore di un prodotto acquistato fresco e consumato in breve tempo. I valori nutrizionali cambiano; nello specifico alcune vitamine vengono denaturate dalle basse temperature.


CESTERIA IN VIMINI

Ean13: 9788827600177
Autore: JENNY CRISP
Editore: CASTELLO
Prezzo:19,5016,58
Q.tà:
Disponibili: >100

Per creare un oggetto in vimini esistono molti  diversi modi di procedere. Le tecniche e le loro varianti nelle diverse parti del mondo sono almeno tante quante sono le varietà del salice da cui si ottiene il materiale. Nei secoli le diverse culture hanno saputo interpretarlo con ingegnosità, per farne creazioni la cui bellezza e la cui utilità diventano una cosa sola.

Per darvi un assaggio di questa arte, vi proponiamo uno dei progetti più semplici contenuti nel libro "Cesteria in vimini", di Jenny Crisp.


PESCE

OCCORRENTE per un pesce di 30 cm circa di lunghezza
 
Per la sagoma:
vimini semiverde o ammollato, 1 ramo da 180 cm di lunghezza e 7,5 mm di spessore al piede
1 bacchetta di vimini secco di 30 cm di lunghezza e 7,5 mm di spessore al piede
 
Per la tessitura:
vimini semiverde o ammollato, 12 rami lunghi 60-100 cm
 
Attrezzatura:
coltello da cestaio, cesoie, nastro adesivo, chiodini, martello
 
Nella sua semplicità, questo progetto racchiude un significato storico molto importante. Il simbolo del pesce viene fatto risalire al IV secolo a.C. ed è divenuto poi testimonianza di fede cristiana in arte e in architettura. Ancora oggi è simbolo di fede e pace. Credo che la sua importanza, in un'epoca in cui i materiali per il disegno erano poco accessibili, derivasse dalla facile reperibilità dei materiali naturali che si prestano alla creazione di forme e tessiture semplici.
 
1. Per la sagoma, fate un segno a 35 cm dal piede della bacchetta, sulla pancia. Aiutandovi con il coltello, piegate la bacchetta in questo punto per creare il muso del pesce. (Vedi punto 1 della Sagoma quadrata o rettangolare, pagina 35).
 
2. Incrociate le due parti in modo da ottenere la forma del pesce. La parte più spessa rimane più diritta di quella sottile. Modellate la curva cercando di distendere le fibre e di farle cedere (vedi punto 1 della Sagoma rotonda, pagina 36). Quando la sagoma vi soddisfa, fissatela con il nastro adesivo e applicate un chiodino sull'incrocio centrale.
 
3. Al centro del corpo inserite una bacchetta secca di lunghezza tale da incastrarsi, senza bisogno di altri supporti. Serve per valutare le dimensioni della coda prima della tessitura. Per chiudere la sagoma, piegate la punta della bacchetta ad angolo retto, formando così l'angolo della coda. Iniziate ad avvolgere il tessitore una prima volta intorno al piede della bacchetta sul lato opposto. Riempite gradualmente la coda fino a esaurire il tessitore. Lasciate asciugare prima di riprendere il lavoro.
 
Voltate il pesce e iniziate a riempire il muso, partendo con i tessitori più corti (vedi Tessitura semplice, pagina 37). Quando sentite che l'intreccio si allenta, introducete un tessitore più lungo, e quindi più spesso. Dopo il secondo o il terzo tessitore, potete eliminare la bacchetta centrale, perché la sagoma sarà bloccata dalla tessitura. Proseguite fino a riempire tutto il corpo.
 
4. A mano a mano che la sagoma, verso la coda, si restringe, usate tessitori più corti e sottili. Raggiunto l'incrocio, avvolgetevi intorno il tessitore una volta, stringendo con forza, poi proseguite fino a completare il riempimento della coda.
 
5. Ricordate di passare nuovamente a tessitori più spessi via via che procedete lungo la coda. Rifilate tutte le punte sciolte, il più vicino possibile alla sagoma.







I SEGRETI DELLA FOTOGRAFIA DI VIAGGIO

Ean13: 9788827600382
Autore: CELINE JENTZSCH
Editore: CASTELLO
Prezzo:20,0017,00
Q.tà:
Disponibili: >100

"Siamo abituati a scattare le foto quasi sempre in formato orizzontale (o “paesaggio”), ma prima di premere il pulsante sarebbe interessante chiedersi quale formato può valorizzare al meglio il particolare soggetto. Il formato paesaggio corrisponde al nostro campo visivo e permette di ritrarre scene ampie. Il formato verticale, o formato “ritratto”, è invece meno spontaneo, guida lo sguardo verso l'alto e conferisce profondità all'immagine, rendendola più dinamica; attribuisce anche un'importanza maggiore al primo piano, al quale, di conseguenza, bisogna prestare una cura particolare.

Che la foto sia orizzontale o verticale, quando viaggio nei grandi spazi naturali a me piace porre in risalto il contrasto fra la grandezza della natura e le dimensioni risibili dell'uomo. Perciò colloco nella scena anche una figura umana che faccia meglio comprendere la vastità dello spazio, introducendovi una nozione di scala che diversamente sarebbe difficile visualizzare. È una mia preferenza personale, ma trovo che il paesaggio diventi più interessante quando vi si colloca una persona – salvo, naturalmente, che io non voglia mostrare la purezza di un luogo incontaminato".


Il passaggio appena citato è tratto da "I SEGRETI DELLA FOTOGRAFIA DI VIAGGIO", in cui l'autrice Céline Jentzsch, fotografa autodidatta con la passione per i viaggi, fornisce al lettore tutte le informazioni necessarie a fare di ogni viaggio una piccola opera d'arte, cogliendo, attraverso l'obiettivo, l'essenza dei luoghi visitati. Il libro è una miniera di informazioni tecniche adatte anche a fotografi non particolarmente esperti e illustra tutte le tecniche di base per fotografare al meglio luoghi e persone, senza mai dimenticare che un viaggio è prima di tutto un'esperienza, dove immergersi nella cultura locale diventa quasi un - piacevolissimo - imperativo.


 
BEVANDE E DESSERT CON LATTI VEGETALI

Ean13: 9788857308524
Autore: MARTINA TALLON
Editore: RED
Prezzo:13,0011,05
Q.tà:
Disponibili: >100

Le bevande vegetali si possono dividere in tre gruppi, a seconda degli alimenti da cui sono estratte:
-latti vegetali ottenuti da legumi
-latti vegetali ottenuti da cereali
-latti vegetali ottenuti da frutta secca

Il latte di soia è l'unico rappresentante della prima categoria ed è utilizzato fin dall'antichità in buona parte dell'Asia Orientale. Da qualche anno il suo uso è stato "sdoganato" anche in occidente, come alternativa al latte animale, perché ricco di proteine, vitamine e minerali. Quella presentata di seguito è solo una delle innumerevoli ricette che si possono preparare con questo fantastico ingrediente.


LASSI INDIANO


INGREDIENTI PER 4 PERSONE

• 240 g di yogurt di soia bianco
• 250 ml di latte di soia
• 1 mango
• zafferano in polvere q.b.
• cardamomo q.b.
• 2 cucchiaini di semini digestivi indiani


PROCEDIMENTO
* Sbuccia il mango, prelevane la polpa e frullala nel blender riducendola in purea.
* Versa nel boccale del frullatore anche yogurt, latte, cardamomo e zafferano.
* Frulla brevemente fino a ottenere una bevanda cremosa e abbastanza densa.
* Prima di servire la bevanda, riponila in frigorifero per almeno un’ora.
* Guarnisci con dei semini digestivi indiani.

Il consiglio
Per preparare un buon lassi, usa un mango dolce e maturo. Puoi scegliere un latte leggermente zuccherato e aromatizzato, ma se il mango è molto dolce, andranno benissimo anche latte e yogurt di soia al naturale.



ORTAGGI TUTTO L'ANNO

Ean13: 9788827600139
Autore: ROBERT ELGER
Editore: CASTELLO
Prezzo:15,0012,75
Q.tà:
Disponibili: >100

LA VALERIANA

La valeriana, chiamata anche dolcetta o soncino, è un ortaggio rustico ma sensibile al calore e alla siccità. Pur presentando una germinazione a volte imprevedibile, è poco esigente per quanto riguarda la qualità del terreno e, se la temperatura è favorevole, prosegue la sua crescita anche in inverno. Una semina tardiva la pone al riparo dalla proliferazione di erbe infestanti.

Necessita di un'esposizione soleggiata e si può raccogliere da ottobre a maggio.


COLTIVAZIONE
 
- Semina a dimora
Seminate a file distanziate o a spaglio, da fine luglio ad agosto per una raccolta in autunno o inverno, da settembre a inizio ottobre per una raccolta in primavera. Lavorate sommariamente il terreno prima di spargervi i semi. Rastrellate leggermente per incorporarli alla terra. Dopo la semina, pressate il terreno con i piedi e irrigate abbondantemente a pioggia.
 
- Cure colturali
Se il clima è piuttosto asciutto, la fuoriuscita delle piantine dal terreno può richiedere da 2 a 3 settimane. In ogni caso proseguite le annaffiature fino alla comparsa delle prime rosette. A partire da novembre, la posa di un telo di forzatura permetterà alla valerianella di approfittare di ogni minimo aumento di temperatura per crescere.


PRODURRE NUOVE PIANTINE

Anche se potete trovare in vendita le piantine già pronte per il trapianto, date la preferenza alla semina diretta, più gratificante in termini di raccolto.
 

LE VARIETA'

Le varietà coltivate assomigliano alla specie selvatica, anche se le dimensioni della rosetta sono inferiori. Di rusticità variabile, nessuna risente però negativamente di un inverno particolarmente rigido. Sono tutte molto simili: solo “Coquille de Louviers” si differenzia per le sue foglie molto caratteristiche a forma di cucchiaio. Le varietà recenti sono generalmente meno sensibili alle malattie crittogamiche.
• “Verte à cœur plein”, “Verte d’Étampes”, “Verte de Cambrai”, “Coquille de Louviers”, “Jade”, “Vit”.
 

COME FARE
 
- Moltiplicare la valeriana per semina spontanea
Se lasciate montare a seme qualche cespo, la valeriana di risemina spontaneamente nell’orto. In primavera conservate nell’orto alcune rosette e lasciate che producano fiori a maggio. I semi rimangono maturi a lungo, ma a partire da giugno potete estirpare le giovani piantine e deporle nel punto in cui sperate di vederle germinare in autunno. Lasciandole essiccare su un foglio di giornale, i semi cadranno da soli. A questo punto sarà sufficiente recuperarli per seminarli a estate inoltrata o in autunno, come fareste con quelli acquistati.



LA MIGLIORE TRA LE INSALATE
La valeriana presenta insospettabili proprietà dietetiche. Il suo valore nutritivo è superiore a quello di altri tipi di insalata grazie all’elevato contenuto di provitamina A, vitamine B e C. Ma non è da meno neppure per quanto riguarda l’apporto di minerali come ferro, fosforo e calcio. Povera di proteine e lipidi, è relativamente ricca di acidi grassi della serie omega-3.



FRUTTI TUTTO L'ANNO

Ean13: 9788827600047
Autore: ROLAND MOTTE, ROLAND MARYLINE
Editore: CASTELLO
Prezzo:15,0012,75
Q.tà:
Disponibili: >100

Il mirtillo siberiano è uno dei frutti più sfiziosi e curiosi tra quelli presentati all'interno del libro "Frutti tutto l'anno". Si raccoglie proprio in questo periodo dell'anno, a cavallo tra la primavera e l'inizio dell'estate. Vi presentiamo tutte le indicazioni per coltivarlo e "accudirlo" nel migliore dei modi. A voi il compito - e la soddisfazione - di vederlo crescere e coglierne i frutti!


 

DESCRIZIONE
 
Questo piccolo arbusto che raggiunge un’altezza di 1,5 m o poco più è caratteristico per la sua precoce produzione. A partire dal mese di maggio maturano infatti i suoi frutti blu di forma allungata. È uno dei pochi caprifogli a produrre frutti commestibili. La sua coltivazione è diffusa in Canada e in Russia, ma da noi è ancora poco praticata, anche se il mirtillo siberiano potrebbe meritarsi un posto nelle nostre collezioni di piccoli frutti. Grazie alle sue ridotte dimensioni è adatto alla coltivazione in vaso, a condizione di effettuare annaffiature regolari (è una pianta che gradisce i terreni freschi). Il suo fogliame non persistente, di colore verde scuro, compare in primavera e cade in autunno. Ad aprile l’arbusto ci regala una bella fioritura.

 
IL FRUTTO
 
I frutti giungono a maturazione rapidamente, solo 6 settimane dopo la fioritura, e possono essere raccolti a maggio. Sono di colore blu scuro, a polpa soda, con un lieve sapore acidulo che ricorda il mirtillo, e hanno un elevato contenuto di vitamina C. Potete consumarli freschi appena raccolti, ma anche utilizzarli per la preparazione di marmellate e sciroppi.
 
 
IMPIANTO E CURE COLTURALI
 
Prima di collocare la pianta
Una posizione in pieno sole è fondamentale per ottenere un buon raccolto. La pianta ha un’ottima resistenza sia al freddo sia al vento, ma richiede tassativamente un’esposizione ben soleggiata! È consigliabile porre a dimora più esemplari per favorire la produzione di frutti.

 
L'IMPIANTO
 
Scavate una buca che sia 5 volte il volume del contenitore dell’arbusto.
Mescolate del terriccio universale alla terra di scavo. Immergete in acqua il pane di terra per qualche minuto prima di procedere all’impianto.
Collocate la zolla al centro della buca in modo che la sua superficie risulti a livello del terreno.
Colmate gli spazi vuoti con il miscuglio di terra e terriccio; pressate il terreno e annaffiate abbondantemente.
Formate una conca alla base della pianta per trattenere l’acqua di irrigazione e annaffiate con regolarità per i primi due anni.
Disponete uno strato di pacciamatura intorno alla base dell’arbusto per preservare l’umidità del terreno: il mirtillo siberiano ha bisogno di molta acqua.
Se la pianta è coltivata in vaso, somministratele frequenti irrigazioni, a cadenza quotidiana nei periodi particolarmente siccitosi. Verificate che il vaso sia dotato di foro di drenaggio per evitare ristagni idrici. 

 
LA POTATURA
 
È inutile potare la pianta. A giugno, dopo la raccolta, limitatevi a un intervento di ripulitura eliminando i rami rovinati o spezzati.
 

MALATTIE E PARASSITI
 
Malattie: il mirtillo siberiano è raramente colpito da malattie.
Parassiti: come altre specie di caprifoglio, è sensibile agli attacchi di afidi.
Gli afidi sono parassiti facilmente eliminabili: potete sia asportarli manualmente, sia spargere larve di crisopa o coccinella, sia spruzzare una soluzione a base di sapone nero.


CONSIGLI
 
I frutti del mirtillo siberiano sono piuttosto piccoli, e anche l’arbusto è di taglia ridotta. Ciascun esemplare garantisce quindi una produzione abbastanza limitata. È consigliabile mettere a dimora da 5 a 10 piante, a distanza di 1 m l’una dall’altra, in modo da favorire l’impollinazione e ottenere una raccolta più abbondante.  
FIORI TUTTO L'ANNO

Ean13: 9788827600016
Autore: NOEMIE VIALARD
Editore: CASTELLO
Prezzo:15,0012,75
Q.tà:
Disponibili: >100

IL TULIPANO ANGELIQUE

Il tulipano è tra le specie bulbose ornamentali più amate.
 
Questo fiore, spesso associato ai Paesi Bassi, conta moltissime varietà, che per semplicità vengono raggruppate in famiglie: a fiori di giglio, a doppia corolla simile a quella della peonia, Viridiflora, Pappagallo, tardivi ecc. Romantici, profumati, variopinti, sontuosi… Una delle più belle è il delicato Angélique, dai numerosi petali di colore rosa madreperla. Angélique appartiene alla categoria dei tulipani “peonia”. I suoi steli raggiungono i 40 cm di altezza.



MESSA A DIMORA


Per la messa a dimora dei vostri tulipani, tra settembre e novembre acquistate dei bulbi scegliendo quelli di maggiori dimensioni. Sono più costosi, ma i loro fiori valgono la spesa! Approfittate delle offerte promozionali: meglio acquistare cinquanta bulbi della stessa varietà che dieci di varietà diverse. Oltre a risparmiare denaro, otterrete un effetto molto più spettacolare. I bulbi devono essere sani, privi di macchie, sodi, lucidi, di un bel colore marrone rossastro. I tulipani sono fiori che amano il sole: non dimenticatelo al momento di piantarli. Sono perfetti per aiuole e bordure, ma possono anche essere coltivati come fiori da recidere per mazzi e composizioni floreali. Interrateli a 10-12 cm di profondità e a 10 cm di distanza l’uno dall’altro, in un terreno ben livellato, con l’apice rivolto verso l’alto. Ricoprite con il terriccio di scavo. La base del bulbo deve sempre essere a contatto con il terreno: per evitare la formazione di sacche d’aria, non utilizzate il classico piantatoio, troppo appuntito.

 
CURE COLTURALI
 
I tulipani degenerano gradualmente con il passare degli anni. Per rallentare questo processo esiste un solo modo: tagliare i fiori appassiti, rimuovere i bulbi dal terreno dopo la fioritura, quando le foglie saranno completamente ingiallite, farli asciugare all’aria e poi riporli in luogo fresco, asciutto e ben aerato, prima di ripiantarli l’autunno successivo.

 
MOLTIPLICAZIONE
 
Quando estraete i bulbi dal terreno prelevate i bulbilli che si formano a lato del bulbo principale e piantateli nei vasetti. Fioriranno dopo alcuni anni.
 

IN VASO
 
Da soli o in gruppo, i tulipani sono fiori di grande valore decorativo. Ma attenzione all’umidità invernale: il substrato deve essere ben drenato! Collocateli a gruppi di cinque, sette, nove o più, a seconda delle dimensioni del vaso, piantandoli “a quinconce” a una distanza di 10 cm l’uno dall’altro. Abbinateli al nontiscordardimé: è sempre un connubio perfettamente riuscito!
 

ABBINAMENTI CONSIGLIATI
 
I tulipani vengono di solito piantati in compagnia di specie biennali con le quali condividono il periodo di fioritura, come i nontiscordardimé, le violaciocche gialle, le margheritine… Ma per accompagnare la fioritura, e poi nascondere il fogliame appassito, non c’è niente di meglio che abbinarli a piante perenni come gerani, heuchera e aquilegia. Potete anche associare diverse varietà di tulipani, tenendo conto del loro periodo di fioritura e creando suggestivi accostamenti di colore. “Angélique” è di grande fascino se accompagnato ad altre varietà di tulipani a fiori doppi, simili a peonie, come “Mount Tacoma”, completamente bianco, e alla serie dei Viridiflora.


UNO STUPENDO BOUQUET DI TULIPANI
 
Estremamente decorativi se piantati in aiuola, i tulipani possono essere recisi e utilizzati per comporre magnifici bouquet. Perché durino il più a lungo possibile, raccoglieteli al mattino presto, quando sono ancora in boccio. Versate nel vaso solo una minima quantità d’acqua, da sostituire ogni giorno. 

GUIDA COMPLETA A INNESTI, TALEE

Ean13: 9788827600313
Autore: MIRANDA SMITH
Editore: CASTELLO
Prezzo:19,5016,58
Q.tà:
Disponibili: >100

L'anidride carbonica (CO2) è spesso considerata solo da un punto di vista negativo, specie a causa delle emissioni inquinanti che fanno aumentare eccessivamente la sua concentrazione nell'aria che respiriamo. In realtà, nelle giuste quantità, è fondamentale per la vita. Le cellule delle piante contenenti fosforo utilizzano CO2, acqua e luce solare per creare uno zucchero semplice da cui produrre tutti gli altri componenti che contengono. Nel fare ciò, rilasciano l'ossigeno necessario agli animali, assieme all'acqua.

p39%20innesti%20talee.jpg

La quantità di CO2 nell'aria è pari a circa 340 parti per milione (ppm). Tuttavia, siccome le piante poste in ambiente chiuso (come una serra) la utilizzano, i valori rischiano di scendere così tanto che le piante possono arrivare a non averne a sufficienza per produrre gli zuccheri. Ne consegue una crescita rallentata. Le vostre piantine saranno in salute se manterrete i livelli di CO2 attorno a 300 ppm. Tuttavia, potrebbe sorprendervi l'apprendere che quasi tutte le piante crescono meglio con livelli di CO2 più alti del normale. I florovivaisti sono soliti aumentare la CO2 a 800 - 1.000 ppm quando splende il sole per incoraggiare la crescita e la produzione, iniettando CO2 nell'atmosfera della serra da speciali bombole. Questo procedimento è ovviamente impraticabile in una piccola serra o in casa, ma esiste un metodo molto semplice per aggirare il problema. 


AGGIUNGERE LIEVITO

Il lievito da cucina sviluppa anidride carbonica quando lievita, quindi è uno dei modi più semplici per aumentare i livelli di CO2 quando ci si trova in spazi chiusi. 

Riempite con acqua calda una terrina per metà o per tre quarti della sua capienza e aggiungete una piccola quantità di zucchero. Agitate e aggiungete immediatamente una tavoletta o un pacchetto di lievito da cucina. Ponete il tutto in uno spazio chiuso: la lievitazione svilupperà CO2. Una volta terminato il processo, verificate il tenore di CO2 e, se necessario, ripetete l'operazione. Affinché tutto funzioni, la plastica deve aderire ermeticamente al vaso, evitando di lasciare spazi che permetterebbero la fuoriuscita della CO2.
IL GIARDINAGGIO IN PICCOLI SPAZI

Ean13: 9788827600092
Autore: KAY MAGUIRE
Editore: CASTELLO
Prezzo:14,0011,90
Q.tà:
Disponibili: >100

Gli spazi dedicati al verde nelle nostre abitazioni possono essere risicati oppure non offrire alle piante condizioni ottimali. Eppure, selezionando le varietà giuste e dando loro tutto il necessario, è possibile ottenere un giardino rigoglioso. Bastano solo pochi accorgimenti.



TERRICCIO

Scegliete terriccio di qualità. Substrati universali a basso contenuto di terra sono l'opzione più economica, oltre che di norma la più adeguata, ma la loro qualità varia e molti contengono torba: se date importanza alla conservazione delle risorse naturali, cercate alternative senza torba. I substrati a base terrosa sono i più cari, ma sono ottimi per le piante perenni destinate a stare a lungo in vaso, come alberi e arbusti; sono infatti più pesanti e trattengono l'acqua e i nutrienti per più tempo. Accertatevi di utilizzare sempre il substrato corretto. Per la propagazione, per esempio, usate un substrato da semina e per le camelie un terriccio per acidofile.


ACQUA

Tutte le piante in vaso dipendono da voi per l'acqua: la pioggia non è sufficiente. Senz'acqua avvizziscono, si indeboliscono e alla fine muoiono. Usate contenitori più grandi possibile e controllateli con regolarità, infilando un trapiantatoio nel terriccio per verificare che l'umidità arrivi in fondo. Individuate eventuali steli e foglie flosci.


LUCE

Per la fotosintesi le piante necessitano di luce. E' essenziale scegliere le piante giuste per il proprio ambiente. Non piantatele troppo fitte e accertatevi che abbiano spazio sufficiente per crescere senza dover competere. Cercate eventuali piante stente e bislunghe, che lottano per raggiungere la luce, o foglie pallide o strinate, sofferenti per la troppa luce.


NUTRIMENTO

Il concime universale per piante in vaso contiene nutrienti sufficienti a sostenere la pianta per sei settimane, dopodiché starà a voi fornire loro il nutrimento o il fertilizzante necessario. Per rimanere in salute, le piante hanno bisogno di una serie di nutrienti: alcune necessitano di dosi importanti di una certa sostanza, altre solo di poche tracce della stessa. I più importanti sono: l'azoto (N) per la salute delle foglie; il fosforo (P), per irrobustire le radici e far crescere i germogli; il potassio (K) per i fiori e i frutti. La quantità di nutrienti è specificata sulla confezione con rapporto N:P:K. I fertilizzanti universali contengono pari quantità di questi nutrienti, oltre a svariati nutrienti minori. I fertilizzanti specicamente destinati a fioritura e fruttificazione sono ricchi di potassio.

COME COLTIVARE PIANTE DA INTERNO

Ean13: 9788827600146
Autore: HOLLY FARREL
Editore: CASTELLO
Prezzo:14,0011,90
Q.tà:
Disponibili: >100

L'arte giapponese del kokedama ("palla di muschio") è un metodo di coltivazione che non prevede l'uso di contenitori. Le piante crescono in una sfera di argilla e muschio creata intorno alle radici, che può essere posta su una superficie oppure appesa. Oggi vi proponiamo una di queste composizioni, tratta dal libro "Come coltivare le piante da interno", di Holy Farrell. Con pochi semplici passaggi potrete ottenere un suggestivo giardino di spago sospeso e abbellire in modo originale la vostra casa.


Come%20coltivare%20le%20piante%20da%20interno.jpg


PROCEDIMENTO:

- Togliete la pianta dal vaso e tenetela da parte. Riempite il vaso per due terzi di torba e per un terzo di akadama (terriccio speciale per bonsai, reperibile online). 

- Versate il composto in una ciotola e mescolate con acqua sufficiente a renderlo compatto.

- Mondate dal terriccio le radici della pianta, poi modellate il composto attorno alle radici fino a formare una palla.

- Avvolgete strettamente la palla con muschio di sfagno (disponibile nei vivai e online) finché la miscela di terriccio non è più visibile.

- Incrociando lo spago, avvolgete il tutto. Se la pianta è da appendere, aggiungete un lungo anello di spago in modo che il fusto della pianta sia nella parte superiore della sfera quando questa viene appesa.


MANUTENZIONE:

Per controllare se il kokedama ha bisogno d'acqua, soppesatelo: tanto più è leggero, tanta meno acqua contiene. Per bagnare, staccate la pianta e immergetela in una bacinella d'acqua per un'ora, poi lasciatela sgocciolare sopra la vasca o l'acquario prima di riappenderla. In primavera e in estate si può aggiungere all'acqua mezzo misurino di fertilizzante liquido.
DECO GREEN

Ean13: 9788827600054
Autore: CATHERINE DELVAUX
Editore: CASTELLO
Prezzo:16,0013,60
Q.tà:
Disponibili: >100

In questo volume di Catherine Delvaux, ingegnere agronomo e caporedattore della rivista Détente jardin, sono proposti e meravigliosamente illustrati ben 50 progetti per decorare la casa e il balcone con le piante. Decine di idee, semplici da realizzare e adatte anche ai piccoli appartamenti, per dare colore e vivacità alla propria abitazione.

Oggi ve ne presentiamo uno dei più originali, in cui attraverso dei mini terrari a sfera è possibile dare vita a un angolo di verde sospeso e luminoso che colora la casa e ravviva l'umore.

Deco(2).jpg


COSA SERVE:

- 1 Tillandsia gardneri
- 1 Tillandsia ionantha "Fuego"
- 1 Tillandsia lautneri

- 3 mini terrari a sfera
- sabbia bianca
- spago


REALIZZAZIONE:

1. Il giorno prima vaporizzate l'acqua sulle tillandsia. Lasciatele sgocciolare capovolte.
2. Versate un po' di sabbia (uno strato di circa 1 cm) sul fondo delle sfere di vetro.
3. Inserite una tillandsia in ogni sfera.
4. Sospendete le sfere in un luogo ben aerato, ma non esposte al vento (le sfere sono molto fragili).


QUANDO?

Tutto l'anno, secondo il rifornimento dei negozi di giardinaggio. Questi mini terrari di vetro sono anche graziose decorazioni per le feste di fine anno.


MANUTENZIONE

Estraete la tillandsia dalle sfere una volta alla settimana e vaporizzate le foglie con l'acqua. Una volta al mese aggiungete il ferilizzante all'acqua.

500 INSALATE

Ean13: 9788865206829
Autore: BLAKE
Editore: CASTELLO
Prezzo:10,008,50
Q.tà:
Disponibili: >100
Combinando gamberetti e carciofi in questa semplice ricetta si ottiene un’insalata raffinata, eccellente per una festa all’aperto o un pranzo informale con gli amici.



Ingredienti
4 porzioni
  • 340 g di farfalle
  • 340 g di carciofi piccoli
  • il succo di 1 limone
  • 2 pomodori maturi, tagliati in quattro, privati  dei semi
  • zucchero a velo
  • 12 gamberetti crudi, sgusciati (eccetto la coda) e puliti
  • 110 g di fette di bacon tagliate a strisce sott
  • 1 spicchio di aglio, tritato finemente
  • olio di oliva
  • 3 cucchiai di aceto di vino bianco
  • sale marino e pepe appena macinato
  • parmigiano appena grattugiato per servire

Preparazione
Cuocete al dente le farfalle in acqua bollente salata secondo quanto indicato sulla confezione. Scolatele. Mondate e tagliate in quattro i carciofi. Poneteli in acqua fredda con metà del succo di limone. Ponete i pomodori in una teglia da forno rivestita di carta forno.
Cospargeteli con zucchero. Aggiungetevi i gamberetti, i carciofi scolati, il bacon e l’aglio. Irrorate il tutto con olio di oliva e cospargete con sale e pepe.
Ponete sotto un grill preriscaldato per circa 2 minuti. Rigirate il tutto e grigliate per altri 2 minuti. Mettete le farfalle in una capiente insalatiera. Aggiungete i pomodori, i gamberetti, i carciofi, il bacon e l’aglio.
Irrorate con olio di oliva e aggiungete mescolando l’aceto e il succo di limone rimasto. Insaporite con sale e pepe e servite con parmigiano grattugiato.
100 PROGETTI DI GIARDINAGGIO SEMPLICISSI

Ean13: 9788865206782
Autore: CATHERINE DELVAUX
Editore: CASTELLO
Prezzo:19,5016,58
Q.tà:
Disponibili: >100


Cosa serve
  • 1 vaso di zinco da 25 cm di diametro, forato
  • 3 vasetti di viola (viola cornuta) blu scuro
  • 1 euforbia (Euphorbia characias)
  • 3 manciate di palline d’argilla
  • 1 telo di tessuto non tessuto per il drenaggio
  • 15 litri di terriccio per vasi e fioriere

Realizzazione
 
1.Accertatevi che il secchio sia ben forato, per il drenaggio dell’acqua in eccesso. Versate le palline d’argilla sul fondo, copritele col telo. Poi versate il terriccio su uno spessore di 8-10 cm. Livellate e pressate un po’ il terriccio con le mani.
2.Togliete l’euforbia dal vaso dopo averla ben annaffiata e posatela senza rompere il pane di terra nel mezzo del vaso, sopra il terriccio. Aggiungete del terriccio sui lati, fino a 10 cm dal culmine del secchio. Pressate leggermente mentre riempite.
3.Togliete le viole dal vaso dopo averle preventivamente annaffiate, e disponetele attorno al perimetro, tra il bordo del secchio e il pane di terra dell’euforbia. 
4.Completate con del terriccio fino a 2 cm dal bordo del secchio e pressate con le dita attorno alle viole. Annaffiate bene.

Quando?
Di preferenza in primavera, a partire da marzo e per tutto il mese di aprile. Oppure in autunno.
 

70 GIOCHI E ATTIVITA' MONTESSORI

Ean13: 9788857307626
Autore: BRIGITTE EKERT
Editore: RED
Prezzo:15,0012,75
Q.tà:
Disponibili: >100
Attività
Un piccolo laboratorio per acquisire, attraverso i sensi, il grafismo a spirale. Quando la golosità lascia la sua impronta… 
In relazione con il materiale sensoriale.

Blog/spiraligolose.jpg

Cosa vi serve
  • 1  vassoio
  • 6-8 rotelle di liquirizia
  • 1 foglio di cartoncino formato A5
  • 1 foglio di carta per acquerello formato A5
  • Pastelli a cera di diversi colori
  • Scotch biadesivo


Le fasi dell’attività   
  1. Disponete le rotelle di 
    liquirizia sul cartoncino 
    e fissatele con lo scotch 
    biadesivo.
     
  2. Collocate il materiale sul 
    vassoio (a eccezione dello 
    scotch).
  1. Andate a prendere il vassoio insieme al bambino.
  2. Appoggiate il foglio di carta per acquerello sulle rotelledi liquirizia.
  3. Trattenete i fogli con una mano e con l’altra passate un pastello a cera sulla superficie di una liquirizia.
    Comparirà l’impronta!
  4.  Proponete al bambino di continuare.
  5. Terminata l’attività, riordinate il materiale insieme al bambino.
  6. Lasciate a disposizione un vassoio (con le rotelle di liquirizia già
    fissate al foglio).

500 SUCCHI DETOX

Ean13: 9788865206546
Autore: BECKERMAN
Editore: CASTELLO
Prezzo:10,008,50
Q.tà:
Disponibili: >100
I semi di melograno sono ricchi di fitochimici, sostanze benefiche che si trovano in quantità minime nei vegetali. Quelli contenuti nei semi di melograno sono noti come polifenoli (come i tannini e la quercetina) e antocianine, tutti composti che offrono effetti antitumorali e a favore della salute cardiaca. In quanto antiossidanti formidabili, i polifenoli possono migliorare la capacità di sopravvivenza delle cellule, causare la morte di quelle tumorali e aiutare a prevenire lo sviluppo di neoplasie. Le antocianine non hanno solo proprietà antinfiammatorie, ma possiedono anche qualità antivirali e antimicrobiche



INGREDIENTI
  • 2 melograni
  • 300 g di more
  • 6 fichi maturi
  • 90 ml di latte di cocco

Iniziate con il rimuovere i semi di melograno. Per compiere questa operazione, tenete il melograno da un lato e tagliate una fetta sottile dal fondo e dalla cima. Posizionate il melograno sulla sua base e ricavate 4 incisioni sulla buccia, dall’alto verso il basso. Rimuovete la buccia, lasciando la parte bianca e i semi attaccati a essa. Procedete staccando i semi dalla parte bianca e ripetete l’operazione con il secondo melograno.
CUCINA GIAPPONESE

Ean13: 9788865209608
Autore: LAURE KIE'
Editore: CASTELLO
Prezzo:9,958,46
Q.tà:
Disponibili: >100


Per 4 persone
Preparazione: 10 minuti • Cottura: 5 minuti


Ingredienti
  • 400 g di spinaci freschi
  • 3 cucchiai di semi di sesamo nero
  • 1 cucchiaio di aceto di riso
  • 3 cucchiai di salsa di soia dolce

Preparazione
Pulite gli spinaci. Sbollentateli per 1 minuto in una pentola d’acqua bollente salata, poi immergeteli subito nell’acqua fredda.
Scolateli e strizzateli bene, quindi tagliateli a pezzetti per rendere più semplice l’utilizzo delle bacchette.
A questo punto, preparate la salsa: tostate a secco i semi di sesamo in padella, poneteli in un mortaio e pestateli. Aggiungete in seguito l’aceto di riso e la salsa di soia dolce, quindi mescolate. Servite gli spinaci con la salsa
100 PROGETTI DI GIARDINAGGIO SEMPLICISSI

Ean13: 9788865206782
Autore: CATHERINE DELVAUX
Editore: CASTELLO
Prezzo:19,5016,58
Q.tà:
Disponibili: >100
L'IMPORTANZA DELLA POSIZIONE DELLA PIANTA

Constatare quanto il posizionamento abbia un ruolo nella riuscita di una composizione in vaso o di un’aiuola.
Un po’ troppo sole, non abbastanza ombra, una corrente d’aria di cui le piante farebbero volentieri a meno… ed è la fioritura che ne soffre. Imparate a piantare e installate le vostre piante nel posto migliore.

Blog/posizionamento.jpg

In questo libro, potrete scoprire passo per passo le migliori tecniche per prendervi cura delle vostre piante
MAMMA, STAI UN PO' CON ME!

Ean13: 9788857305356
Autore: CYNTHIA MACGREGOR
Editore: RED
Prezzo:12,0010,20
Q.tà:
Disponibili: >100

Occorrente

Computer, stampante e/o fogli di carta telefono e/o articoli di cartoleria.


E ora divertitevi…
Ci sono vari modi in cui voi e vostra figlia potete fare qualcosa insieme per sostenere un’iniziativa che vi sta a cuore.
Oggi molti bambini, quando sono abbastanza grandi per capire di che cosa si tratta, si sentono coinvolti in alcune cause sostenute da associazioni caritatevoli. 
Le più popolari sono le organizzazioni ambientaliste e per i diritti degli animali, ma anche quelle che raccolgono fondi e aiuti per le persone più bisognose che vivono nel Terzo Mondo.
Se vostra figlia ammira l’opera svolta da un gruppo in particolare, spiegatele che, con il vostro aiuto, lei può supportare tale lavoro.
Ecco alcune possibilità.
 
  • Potrebbe raccogliere fondi per l’organizzazione (coinvolgendo il vicinato, la scuola e gli amici).
  • Potrebbe creare dei volantini a sostegno degli sforzi del gruppo.
  • Potrebbe far firmare una petizione.

YOGA SECONDO NATURA

Ean13: 9788857308173
Autore: SONIA PIPPINATO
Editore: RED
Prezzo:16,0013,60
Q.tà:
Disponibili: >100
Spesso questa posizione è chiamata anche Panca all’insù.
Blog/yogaposizionedellest.jpg
COME SI ESEGUE
Partendo dalla posizione del bastone, Dandasana, porta le mani ben appoggiate a terra 15-20 cm più indietro rispetto alle spalle. La mano è aperta, distesa e con le dita rivolte verso i piedi. Inspirando, fai leva sulle piante dei piedi, che distenderai a terra, e solleva il corpo. Allunga il collo e portalo in linea con la colonna vertebrale. Distanzia le spalle dalle orecchie. Sostieni col respiro il bacino in alto. Attiva il pavimento pelvico. Le cosce sono forti e il quadricipite è attivo. Non abbandonare la testa indietro ma mantieni il collo in linea con la colonna; se ciò non dovesse essere possibile, porta lo sguardo dritto davanti a te.
500 INSALATE

Ean13: 9788865206829
Autore: BLAKE
Editore: CASTELLO
Prezzo:10,008,50
Q.tà:
Disponibili: >100
Le orcchiette richiedono un tempo di cottura leggermente superiore rispetto alla pasta tradizionale e hanno una consistenza deliziosamente masticabile.

Blog/orecchietteconfagioli.jpg

Ingredienti
4 porzioni
  • 225 g di fagioli comuni in scatola al naturale 
  • 1 cucchiaio circa di olio di oliva
  • 1 spicchio di aglio, tritato finemente
  • 75-100 ml di vino bianco
  • 75-100 ml di brodo vegetale
  • 450 g di orecchiette
  • 450 g di spinaci freschi spezzettati grossolanamente 

per il pesto:
  • 1 mazzo di rucola fresca, tritata grossolanamente e privata dei gambi
  • 2 cucchiai di pinoli
  • 1 cucchiaio di parmigiano appena grattugiato
  • 1 spicchio di aglio
  • 6 cucchiai circa di olio di oliva sale e pepe 

Preparazione
Scongelate i piselli. Raschiate la carota e tagliatela a julienne. Spuntate i cipollotti e tagliateli in perpendicolare ad anelli di circa 0,5 centimetri abbondanti.
Cuocete la pasta in abbondante acqua bollente salata secondo quanto indicato sulla confezione, aggiungendo i piselli, le carote e i cipollotti dopo 5 minuti. Continuate a cuocere fino a quando la pasta è al dente. Scolate, poi passate sotto l’acqua fredda, scolate bene e lasciate raffreddare.
Tagliate il maiale (o il prosciutto di tacchino) a cubetti di circa 1 cm. Aggiungete il formaggio e il prosciutto alla pasta e alle verdure raffreddate, mescolate e insaporite bene con un pizzico di paprika, sale e pepe.
Aggiungete gli spinaci ai fagioli e alla pasta. Poi aggiungete il pesto e rimescolate per amalgamare. Insaporite a piacere prima di servire.
100 PROGETTI DI GIARDINAGGIO SEMPLICISSI

Ean13: 9788865206782
Autore: CATHERINE DELVAUX
Editore: CASTELLO
Prezzo:19,5016,58
Q.tà:
Disponibili: >100
L'IMPORTANZA DELLA POTATURA

Le fioriere richiedono indubbiamente taglie minori rispetto alle piante in piena terra, ma è indispensabile darsi da fare con le forbici per ottenere delle belle composizioni equilibrate.
Ecco perché dovrete fare delle potature… Ma è ancora necessario sapere quando e come proceder

Blog/potatura.jpg

Alcuni giardinieri eliminano tutti i fiori aperti, in primavera, quando piantano delle annuali, di modo che la pianta diriga le proprie riserve d’energia verso il sistema radicale. Niente dimostra davvero che una pianta i cui primi fiori siano stati eliminati abbia automaticamente una fioritura più abbondante. Piuttosto, quello che potete fare, quando piantate delle perenni in vaso, in primavera, è eliminare una ‘fetta’ di radici di un centimetro di spessore. Questo taglio va a provocare la partenza di moltissime nuove radichette, che poi nutriranno le piante
MAMMA, STAI UN PO' CON ME!

Ean13: 9788857305356
Autore: CYNTHIA MACGREGOR
Editore: RED
Prezzo:12,0010,20
Q.tà:
Disponibili: >100
Cos'è
Un gioco divertente, semplice, da fare senza alcuno strumento.

Blog/abcd.jpg

Occorrente
Niente.

E ora divertitevi…
Ecco un altro gioco che non richiede alcuno strumento, si può giocare dovunque, è ideale durante i viaggi in auto, mentre si è in fila alle casse del supermercato, oppure mentre si fanno i lavori domestici. È indicato per le bambine che conoscono già l’alfabeto. Supponiamo che voi mamme iniziate il gioco. Dite: «Vado a fare la spesa e compro…» Ciò che immaginate di comprare deve iniziare per ‘A’ (arance, ananas o persino alligatori): non deve essere per forza un prodotto che si trova al supermercato. Ora tocca a vostra figlia continuare; dovrà ripetere il vostro prodotto che inizia per ‘A’ e aggiungere il suo che dovrà iniziare per ‘B’, per esempio: «Compro arance e banane».

Ora tocca di nuovo a voi; ripeterete gli oggetti ‘A’ e ‘B’ e ne aggiungerete uno che inizia per ‘C’. Il primo giocatore che confonde i prodotti, non li ripete nell’ordine esatto, ne sbaglia o non ne ricorda uno è eliminato dal gioco, mentre l’altro vince.ertente far finta per un po’!
PROGRAMMA DETOX

Ean13: 9788857308074
Autore: SARA CARGNELLO, STEFANO MOMENTE
Editore: RED
Prezzo:12,0010,20
Q.tà:
Disponibili: >100
COSA SONO
I Cinque Tibetani sono una serie di esercizi di ricarica utile per riequilibrare i flussi energetici. Questi esercizi sono stati inizialmente descritti in un libro di Peter Kelder, edito in Italia da Edizioni Mediterranee; altri autori ne hanno poi perfezionato le tecniche, qualcuno ha addirittura aperto scuole, dichiarandosi filiazione diretta dell’unica via. Ma, al di là delle scuole e dei marchi registrati, questi esercizi si possono eseguire tranquillamente da soli, senza ausilio di maestri: basta un po’ di attenzione.
Blog/icinquetibetani.jpg

Ricordano molto alcune posizioni yoga e sono, in ogni caso, tra i più semplici ed efficaci esercizi combinati di stretching e attivazione del respiro che abbiamo a disposizione.
La respirazione avviene esattamente al contrario dei normali esercizi che prevedono sforzo fisico: si inspira durante l’azione di contrazione e si espira in distensione.

Si inizia con tre ripetizioni, aumentando gradualmente di 2 ripetizioni come minimo ogni 3 giorni, fino ad arrivare a 21 per esercizio.

Nel libro vengono spiegate tutte le posizioni e le modalità corrette per attuarle al meglio.
CUCINA MAROCCHINA

Ean13: 9788865209639
Autore: NADIA PAPRIKAS
Editore: CASTELLO
Prezzo:9,958,46
Q.tà:
Disponibili: >100
Blog/tajine%20di%20polpette%20alle%20sardine.jpg

Per 4 persone
Preparazione: 30 minuti • Cottura: 20 minuti
 
Ingredienti:
600g di sardine
1 cucchiaino di ras el hanout
3 cucchiai di coriandolo tritato
200 g di salsa di pomodoro con aglio


Preparazione
Squamate le sardine. Staccate la testa portando  via le viscere, poi apritele ed esportate la lisca centrale. In alternativa, chiedete al vostro pescivendolo di sfilettare le sardine.
Lavate bene le sardine sotto l’acqua corrente, poi tritatele delicatamente in un frullatore.
In una terrina, mettete la polpa delle sardine, 1 cucchiaio d’olio d’oliva, il ras el hanout e il coriandolo tritato. Salate e pepate leggermente, quindi amalgamate con una spatola per ottenere un composto perfettamente omogeneo.
Inumidite le mani e formate delle polpette della dimensione di una grossa noce.
In un tajine o una pentola, versate la salsa di pomodoro con aglio diluita in 100 ml di acqua. Aggiungete 2 cucchiai d’olio d’oliva. Salate, pepate e lasciate bollire leggermente per 5 minuti.
Immergete delicatamente le polpette di sardine in questa salsa, coprite e cuocete a fuoco tenue per 15 minuti.Prima di servire, guarnite il tajine con il coriandolo tritato.
 
100 PROGETTI DI GIARDINAGGIO SEMPLICISSI

Ean13: 9788865206782
Autore: CATHERINE DELVAUX
Editore: CASTELLO
Prezzo:19,5016,58
Q.tà:
Disponibili: >100
L'IMPORTANZA DEL CONCIME
Anche quando si vuole fare del giardinaggio naturale, non si può coltivare a lungo una pianta in vaso senza darle da mangiare.
Dato che il volume del contenitore è ristretto, la pianta non può andare a cercare gli elementi nutritivi in profondità o sui lati.
Quindi è necessario darle dei concimi, diverse volte nella stagione, specialmente se volete fiori o frutti.

Blog/concimi.jpg

COMPOSIZIONE:
Qualunque sia la sua formulazione e la sua presentazione, un concime rimane sempre composto dai medesimi ingredienti: azoto (simbolo N), che favorisce lo sviluppo delle foglie, fosforo (P), che favorisce quello delle radici, e potassio (K) importante per i fiori e i frutti.
Ciò che rende diverso un concime da un altro, oltre a come si presenta (liquido, in polvere, granulare), è la percentuale di questi tre elementi e l’aggiunta o meno di oligoelementi (zinco, rame, manganese…) e di elementi complementari (magnesio).

Sulla confezione troverete sempre la composizione, tipicamente NPK seguito da tre cifre. Quindi un concime ‘NPK 15-5-10’ contiene il 15% di azoto, il 5% di fosforo e il 10% di potassio: sarà quindi ricco di azoto… e sarà adatto per le insalate, le piante verdi da interno, le felci… Per meglio ritrovarvi tra gli (affollati) scaffali dei concimi, dovete conoscere le grandi categorie dei fertilizzanti.
70 GIOCHI E ATTIVITA' MONTESSORI

Ean13: 9788857307626
Autore: BRIGITTE EKERT
Editore: RED
Prezzo:15,0012,75
Q.tà:
Disponibili: >100
Un laboratorio realizzato con carta leggera e colori per scoprire la simmetria e lasciarsi affascinare dalla strana vita di queste effimere creature

Blog/magichesimmetrie.jpg
Che cosa vi occorre
  • 1 vassoio
  • fogli bianchi o colorati (16 x 16 cm)
  • Colori per dipingere


Le fasi dell’attività   
  1. Disponete il materiale 
    sul vassoio (prevedete 
    una decina di fogli: una 
    volta iniziata l’attività, i 
    bambini non vorrebbero mai
    smettere!).
 
  1. Andate a recuperare il vassoio insieme al bambino.
  2. Prendete un foglio (bianco o colorato).
  3. Piegatelo in due nel senso dell’altezza.
  4. Scegliete i colori per dipingere (al massimo quattro).
  5. Applicate i colori scelti su un solo lato del foglio,
    uno sotto l’altro e il più possibile vicino alla linea mediana,
    facendo attenzione a non oltrepassarla.
  6. Richiudete il foglio su se stesso.
  7. Premete dal centro verso l’esterno sull’intera superficie del foglio piegato.
  8. Apritelo e… sorpresa!
  9. Invitate il bambino a svolgere l’attività.
  10. Al termine, riordinate il materiale insieme al bambino.
 

YOGA SECONDO NATURA

Ean13: 9788857308173
Autore: SONIA PIPPINATO
Editore: RED
Prezzo:16,0013,60
Q.tà:
Disponibili: >100
Blog/yogaposizionedellarcoversolalto.jpg
La posizione dell’arco verso l’alto è chiamata anche Urdhva Chakrasana, la mezza (urdhva) ruota (chakra).

COME ATTUARLA
Dalla posizione supina, fletti le gambe e porta i piedi paralleli davanti ai glutei. Appoggia le mani in linea con le orecchie con le dita rivolte verso i piedi. Con l’espiro fai forza sulle braccia e solleva il coccige, il bacino, tutta la colonna e la testa.
Rilassa le spalle e allontanale dalle orecchie, senti le scapole quasi unite tra loro.
Le cosce sono ruotate internamente e i glutei sono attivi. I piedi sono paralleli e se vuoi puoi sollevare i talloni da terra. Il dorso è inarcato e il torace è ben aperto, la parte bassa della schiena, la zona lombare è distesa. Le gambe possono essere distese oppure leggermente flesse.
CUCINA THAILANDESE

Ean13: 9788865209622
Autore: CAMILE SOURBIER
Editore: CASTELLO
Prezzo:9,958,46
Q.tà:
Disponibili: >100


Per 4 persone 

Preparazione: 10 minuti • Cottura: 25 minuti

Ingredienti
  • 250 g di melanzane
  • 500 g di manzo da brasare
  • 2 cucchiai di pasta di curry giallo o rosso.
  • 1 L di latte di cocco
Preparazione

Tagliate le melanzane a bastoncini. Affettate il manzo. In un tegame o un wok, versate un filo d’olio di cocco o di sesamo e aggiungete la pasta di curry. Mescolate e lasciate soffriggere a fuoco vivace per 2 minuti,
quindi incorporate le melanzane e il manzo. Cuocete tutto a fuoco medio per 5 minuti.
Unite il latte di cocco e portate a bollore. Lasciate cuocere a fuoco basso per 20 minuti.
Cospargete di coriandolo e servite immediatamente, accompagnato da riso glutinoso. 
100 PROGETTI DI GIARDINAGGIO SEMPLICISSI

Ean13: 9788865206782
Autore: CATHERINE DELVAUX
Editore: CASTELLO
Prezzo:19,5016,58
Q.tà:
Disponibili: >100
Una delle chiavi della riuscita: l'annaffiattura

Blog/innaffiatura.jpg

Come riconoscere una pianta che ha sete?
  • In caso di pronunciata siccità, il fogliame si disidrata, secca, si arriccia, ingiallisce.
    Non dovremmo mai arrivare a questo stadio. Certe foglie che hanno  un fogliame molto fine non si riprendono – è il caso di molte felci, tra cui i capelvenere.
  • Ma prima che questo accada, il primo segnale è il cambiamento del portamento della pianta: le foglie cascano un po’, i rami si divaricano.
  • Il colore delle foglie cambia impercettibilmente, il verde diventa più opaco, la brillantezza dell’epidermide si vela.
  • La superficie della terra cambia di colore. Diventa più chiara, talvolta si fessura. Se grattate col dito, il terriccio è secco anche a 3-4 cm di profondità.
  • Se prendete l’abitudine di soppesare il vaso, potete percepire che è molto più leggero quando è secco
     
MAMMA, STAI UN PO' CON ME!

Ean13: 9788857305356
Autore: CYNTHIA MACGREGOR
Editore: RED
Prezzo:12,0010,20
Q.tà:
Disponibili: >100

Occorente
Forbici, colla adesiva, vecchie foto e copie stampate di foto digitali, cartoncino e/o cartone

E ora divertitevi..

Anche se viviamo nell’epoca della fotografia digitale, la maggior parte di noi conserva ancora molte vecchie foto. Alcune di quelle foto, probabilmente, non sono proprio ‘perfette’.
A volte, invece, solo una parte dell’immagine non è chiara e potete ritagliare la parte migliore per utilizzarla in questa attività.
Se disponete solo di foto digitali e le avete archiviate nel vostro computer, stampatene delle copie da inserire nel collage.
 
Se vostra figlia è abbastanza grande e sa ritagliare accuratamente le figure nelle foto, potrà aiutarvi a rifilare le immagini dei membri della vostra famiglia, altrimenti potrà dare il suo contributo nelle altre parti dell’attività. 
Nel collage, volendo, potete alternare i ritagli di volti o volti e corpi con ritagli di cartoncino a forma di cuore, forme astratte oppure lettere dell’alfabeto (per esempio, l’iniziale del cognome della vostra famiglia o della persona ritratta). Potete anche ritagliare una cornice di cartoncino marrone, e vostra figlia potrà decorare il cartoncino se non è ancora in grado di ritagliare le figure.
Spalmate la colla sul retro di tutti i ritagli, sia fotografici sia decorativi, e disponeteli su un foglio intero di cartoncino, oppure su un grande foglio di cartone.
Lasciate che la bambina vi aiuti a decidere dove inserire i ritagli e a incollarli con cura per formare il collage.

500 SUCCHI DETOX

Ean13: 9788865206546
Autore: BECKERMAN
Editore: CASTELLO
Prezzo:10,008,50
Q.tà:
Disponibili: >100
LA RICETTA
I kiwi sono uno dei pochi alimenti ricchi di vitamina B-6, la quale sostiene il sistema immunitario.
Questa vitamina è particolarmente importante per i bambini che si stanno sviluppando nell’utero e per le donne incinte o che allattano.
Il folato presente nei kiwi aiuta a prevenire le malformazioni neonatali, le malattie cardiache e il cancro.

Blog/kiwiperaspinaavo.jpg

INGREDIENTI
1 kiwi, senza buccia
1 arancia, senza buccia
1 pera
15 g di spinaci baby
4 cucchiai di acqua di cocco
½ avocado, senza buccia

PREPARAZIONE
Spremete il kiwi, l’arancia, la pera e gli spinaci. Trasferite il succo in un frullatore, aggiungete l’acqua di cocco, l’avocado e un poco di ghiaccio, quindi frullate fino a ottenere un composto omogeneo.

CUCINA GIAPPONESE

Ean13: 9788865209608
Autore: LAURE KIE'
Editore: CASTELLO
Prezzo:9,958,46
Q.tà:
Disponibili: >100
INGREDIENTI 
per 4 persone
  • 1 cm di zenzero fresco
  • 100 ml di salsa teriyaki
  • 4 tranci di salmone da 150 g circa ciascuno
  • 4 fili d’erba cipollina
Blog/salmone%20teriyaki.jpg


PREPARAZIONE
Grattugiate lo zenzero. Mescolate lo zenzero grattugiato e la salsa teriyaki.
Rimuovete le lische dal salmone. Adagiate i tranci di salmone in un piatto fondo e spennellateli con la salsa teriyaki allo zenzero. Mettete i tranci di salmone a marinare con questa salsa per 30 minuti in frigorifero.
Riscaldate sul fuoco una padella antiaderente.
Scolate i tranci di salmone e scottateli per 4-5 minuti sul lato della pelle. Girateli e proseguite la cottura per altri 2-3 minuti. Versate la salsa rimasta e ricoprite con attenzione ogni pezzo.
Tagliate finemente l’erba cipollina e guarnite il salmone teriyaki prima di servire
100 PROGETTI DI GIARDINAGGIO SEMPLICISSI

Ean13: 9788865206782
Autore: CATHERINE DELVAUX
Editore: CASTELLO
Prezzo:19,5016,58
Q.tà:
Disponibili: >100
Il vaso contribuisce alla salute delle vostre piante.
La sua misura e la sua forma devono essere adatti al volume del pane di terra della pianta. 

Blog/importanzaconternitori.jpg

Anche il materiale e il colore non sono insignificanti. Ecco un panorama delle diverse opzioni disponibili per voi:
imparate come scegliere il contenitore giusto tra le centinaia di modelli disponibili nei vivai


MAMMA, STAI UN PO' CON ME!

Ean13: 9788857305356
Autore: CYNTHIA MACGREGOR
Editore: RED
Prezzo:12,0010,20
Q.tà:
Disponibili: >100
OCCORRENTE
Una corona di carta, una sedia sistemata in modo che sembri un trono.
Qualsiasi altro oggetto ‘regale’ aiuterà a creare l’illusione e il divertimento.

Blog/principessaperunora.jpg

E ora divertitevi…
Se vostra figlia ama i film e i libri che parlano di principesse, coglierà di certo al volo l’occasione di diventare principessa per un’ora.
Sarà la Principessa Stefania/Beatrice/Monica (a seconda del suo nome). Voi potrete essere la sua consigliera e dama di compagnia, la Duchessa dell’Ordine del Cardo, per esempio.
Chiedetele quali proclami vorrebbe emanare in qualità di sovrana. Potrà decretare che tutti debbano mangiare gelato a pranzo nei fine settimana (‘La coppa della domenica’), oppure ordinare che le case in costruzione nel regno comprendano una piscina al coperto, e che dal lavandino della cucina non esca solo acqua fredda e calda, ma anche aranciata.

Ovviamente questi decreti non potranno essere davvero messi in atto… Però sarà divertente far finta per un po’!
PROGRAMMA DETOX

Ean13: 9788857308074
Autore: SARA CARGNELLO, STEFANO MOMENTE
Editore: RED
Prezzo:12,0010,20
Q.tà:
Disponibili: >100
Blog/lasauna.jpg
IL BAGNO DI CALORE

L’origine della sauna risale alla notte dei tempi e ai riti, sacro-magici, di guarigione.
Per gli indiani sioux la capanna sudatoria era un luogo mistico e di profonda purificazione psicofisica; le donne azteche davano alla luce i propri figli in un luogo dove l’elevata temperatura sterilizzava l’ambiente riducendo il rischio di infezioni tra fumi e vapori.

Il bagno di calore è una pratica curativa tramandata in Occidente da Ippocrate e Galeno, ha raggiunto la sua massima diffusione fra gli antichi romani, e in seguito tra gli arabi, ma è soprattutto fra i popoli baltici che la sua tecnica si è diffusa e perfezionata, specialmente in Russia e Finlandia. Sauna è infatti un’antica parola finlandese che significa “dimora invernale”.
500 INSALATE

Ean13: 9788865206829
Autore: BLAKE
Editore: CASTELLO
Prezzo:10,008,50
Q.tà:
Disponibili: >100
Questa insalata dal colore vivace è colma di ingredienti salutari, nutrienti e costituisce un eccellente pranzo o cena vegetariana, ma è buona anche come contorno per un barbecue.

Blog/insalata%20fagiolinicecipomodorini.jpg

Ingredienti
2 porzioni

  • 700 g di fagiolini verdi
  • 175 g di ceci in scatola, scolati e risciacquati
  • 225 g di pomodorini ciliegia tagliati a metà
     
Per il condimento:
  • 3 cucchiai di aceto di vino bianco
  • 4 cucchiai di olio di oliva
  • sale e pepe
  • 3 cucchiai di basilico fresco spezzettato finemente
  • 1 cipolla rossa, tagliata a dadini

Preparazione:

Lavate, spuntate e dividete a metà i fagiolini e cuoceteli in acqua bollente salata fino a quando saranno teneri, circa 6-10 minuti.
Scolateli, tuffateli nell’acqua fredda e scolateli ancora. Ponete i fagiolini, i ceci e i pomodori in un’insalatiera.
Per preparare il condimento, emulsionate l’aceto con l’olio d’oliva, il sale e il pepe. Aggiungete il basilico e la cipolla e controllate il condimento.
Unite al resto dell’insalata e lasciate riposare un attimo prima di servire.
100 PROGETTI DI GIARDINAGGIO SEMPLICISSI

Ean13: 9788865206782
Autore: CATHERINE DELVAUX
Editore: CASTELLO
Prezzo:19,5016,58
Q.tà:
Disponibili: >100
Blog/buonterriccio.jpg

Le caratteristiche del buon terriccio:

• Un terriccio di qualità deve contenere dell’ossigeno, indispensabile per la salute e l’attività delle radici… e deve quindi essere aerato.
• Deve conservare quest’aria per tutta la stagione colturale (non si deve compattare) e quindi rimanere stabile.
• Deve trattenere abbastanza l’acqua per non dover annaffiare tutti i giorni. Si parla quindi di capacità di ritenzione idrica.
• Non deve restare troppo a lungo in ristagno idrico dopo una pioggia abbondante o un’annaffiatura copiosa: il drenaggio deve essere rapido.
• Deve essere in grado di trattenere le sostanze nutritive necessarie per le piante.
• Deve essere privo di semi di malerbe, germi patogeni, spore di funghi, larve di insetti e prodotti inquinanti.
70 GIOCHI E ATTIVITA' MONTESSORI

Ean13: 9788857307626
Autore: BRIGITTE EKERT
Editore: RED
Prezzo:15,0012,75
Q.tà:
Disponibili: >100
Tratto da "70 giochi e attività Montessori", un laboratorio creativo realizzato con carta e perle di lana in diverse gradazioni di colore.
 
Blog/grappoloduvalavoretto.jpg
Che cosa vi occorre
  • 1 vassoio
  • Sagoma del grappolo d’uva
  • 1 foglio di carta bianca (A4 o A3)
  • 22 perle di lana in sfumature diverse dello stesso colore (a seconda delle preferenze del bambino)
  • Fogli formato A4 o A3 in colori assortiti che serviranno da supporto
  • Colla vernice
  • Pennello piatto per incollare
  • Carta Lokta verde
  • Carta ondulata di colore neutro
Le fasi dell’attività   
  1. Riunite le perle di lana in un cestino.
  2. Sulla carta bianca ingrandite la sagoma del grappolo d’uva fino alle dimensioni desiderate.
  3. Ripassate il contorno della foglia e ritagliatela nella carta Lokta.
  4. Ripassate il contorno del tralcio e ritagliatelo nella carta ondulata.
  5. Incollate la foglia direttamente sulla sagoma.
 
  1. Andate a prendere il vassoio insieme al bambino.
  2. Applicate la colla vernice con il pennello al posto degli acini.
  3. Iniziate a collocare qualche perla di lana.
  4. Proponete al bambino di continuare.
  5. Terminata l’attività, riordinate il materiale insieme al bambino.

                Suggerimenti: preparate del succo d'uva servendovi di un passaverdura o di una centrifuga. Esplorate il vocabolario specifico della vite (tralcio, raspo, peduncolo, ecc.).
 
 
YOGA SECONDO NATURA

Ean13: 9788857308173
Autore: SONIA PIPPINATO
Editore: RED
Prezzo:16,0013,60
Q.tà:
Disponibili: >100
Blog/yogaposizionedelpesce.jpg
In sanscrito matsyasignifica pesce e si narra che Vishnu avesse assunto tali sembianze per salvare il mondo dal diluvio.
Matsyasana è una posizione rilassante che apre ed espande il torace aumentando la capacità respiratoria. Contrasta in questo modo la chiusura della schiena alta in avanti (cifosi), tipica postura dei tempi moderni, che determina una scarsa capacità polmonare e anche una durezza nell’area del cuore.

Benefici
  • elasticizza la colonna e la regione dorsale
  • stira la parte frontale del corpo
  • favorisce l’espansione del torace
  • migliora le funzioni respiratorie
  • tonifica gli organi addominali e pelvici, la regione 
  • lombare e i genitali
  • è fortemente energizzante
  • ha effetti tonificanti sulla tiroide
  • è di aiuto in caso di leggera depressione
  • cura le costipazioni, le bronchiti croniche e l’asma
  • previene i raffreddori e le infiammazioni alla gola
INSALATE - RICCHE, COLORATE, SANE E APPE

Ean13: 9788857307565
Autore: BEATRICE VITOT-LAGANDRE, BEATRICE LAGANDRE
Editore: RED
Prezzo:12,5010,63
Q.tà:
Disponibili: >100
INGREDIENTI:

Blog/safsaa.jpg

PREPARAZIONE 15 MIN 
COTTURA 10 MINPER
PER 4 PERSONE
 
• Rimuovete le punte degli asparagi e risciacquatele.
Fatele cuocere per 10 minuti in una pentola di acqua bollente salata, insieme ai piselli.
 
• Scolate e lasciate raffreddare.
 
• Pulite e lavate i ravanelli, poi tagliateli a rondelle
sottili. Pelate e tritate i cipollotti, anche un po’ di gambo verde. 
 
• Mettete tutti gli ingredienti in una ciotola, condite e servite.

Blog/afafaf.jpg
MAMMA, STAI UN PO' CON ME!

Ean13: 9788857305356
Autore: CYNTHIA MACGREGOR
Editore: RED
Prezzo:12,0010,20
Q.tà:
Disponibili: >100


OCCORRENTE 
Succo di limone
stuzzicadenti 
una fonte di calore (per esempio, un calorifero)
uno spremilimoni o spremiagrumi elettrico
una ciotola o una tazza
carta
 
Se la vostra bambina sa già leggere e scrivere, sarà in grado anche di interpretare i messaggi segreti scritti con l’inchiostro invisibile.
Voi e vostra figlia potrete lasciarvi frasi semplici come: «Ti voglio bene », «Stasera pizza!», oppure più lunghe, come: «C’è una sorpresa per te nel cassetto delle posate». 
 
Ecco come utilizzare l’inchiostro invisibile. Spremete o passate nello spremiagrumi il limone. Versate il succo in una ciotola o in una tazza. Immergete lo stuzzicadenti e usatelo per scrivere sulla carta, come se fosse una penna. Asciugandosi, il succo diventerà invisibile. 
 
Date il messaggio a vostra figlia (oppure sarà lei a scriverlo e lo darà a voi): per far riapparire le scritte invisibili sarà necessario scaldare il foglio su una fonte di calore.
 
INSALATE - RICCHE, COLORATE, SANE E APPE

Ean13: 9788857307565
Autore: BEATRICE VITOT-LAGANDRE, BEATRICE LAGANDRE
Editore: RED
Prezzo:12,5010,63
Q.tà:
Disponibili: >100
INGREDIENTI:

Blog/essds.jpg

PREPARAZIONE 20 MIN
COTTURA 5 MIN
PER 4 PERSONE

 
• Eliminate le foglie esterne dei carciofi e tenete solo il cuore. Sciacquateli e cuoceteli a vapore per 5 minuti. Tagliateli a fettine sottili.
 
• Lavate e strizzate la rucola. Tostate i pinoli in una padella antiaderente.
 
• Lavate e sfogliate il basilico.
 
• Mettete tutti gli ingredienti in una ciotola, condite con la vinaigrette, mescolate e servite.
MAMMA, STAI UN PO' CON ME!

Ean13: 9788857305356
Autore: CYNTHIA MACGREGOR
Editore: RED
Prezzo:12,0010,20
Q.tà:
Disponibili: >100
Blog/images%20(1).jpg

OCCORRENTE 
Una macchina fotografica
un libro sulle farfalle e/o un’enciclopedia e/o un computer.
 
Portate vostra figlia all’aria aperta per ‘catturare’ con la macchina fotografica alcune delle più belle creature della natura. Non è necessario utilizzare una macchina digitale; anche un telefono cellulare o un qualsiasi apparecchio fotografico andranno bene.
Questa attività è ovviamente da svolgere nella stagione calda, quando ci sono più farfalle in circolazione.
 
Se avete usato una macchina digitale, potete iniziare la seconda parte della caccia non appena rientrate a casa: la ricerca delle informazioni. Le bambine che sono abbastanza grandi per leggere possono sfogliare un libro sulle farfalle (che prenderete in prestito in biblioteca, per esempio) o consultare un’enciclopedia o un sito Web insieme con voi. Se, invece, non sanno ancora leggere, avranno bisogno del vostro aiuto per cercare le notizie e leggerle. In ogni caso, lavorerete insieme all’identificazione delle farfalle che avete ‘catturato’, così riconoscerete la specie e ricaverete notizie interessanti.
INSALATE - RICCHE, COLORATE, SANE E APPE

Ean13: 9788857307565
Autore: BEATRICE VITOT-LAGANDRE, BEATRICE LAGANDRE
Editore: RED
Prezzo:12,5010,63
Q.tà:
Disponibili: >100
INGREDIENTI:



PREPARAZIONE 10 MIN
PER 4 PERSONE
 
• Pulite i fichi e tagliateli in quattro.
 
• Lavate i pomodori e tagliateli a metà. Lavate
e asciugate la rucola. Lavate e tritate il basilico.
 
• Dividete la rucola nei piatti, poi disponete in
modo armonico i pomodori e i fichi. Condite,
cospargete di basilico tritato e servi
500 INSALATE

Ean13: 9788865206829
Autore: BLAKE
Editore: CASTELLO
Prezzo:10,008,50
Q.tà:
Disponibili: >100
Ecco la versione migliore per preparare una classica Caesar salad. Potete aggiungere un
vostro tocco personale per creare una nuova ricetta classica.

Blog/ffee.jpg
 
3 grandi spicchi di aglio schiacciati
175 ml olio extra-vergine di oliva
3 fette spesse di pane bianco raffermo, privato di crosta
2 cespi di lattuga romana di grandezza media
sale e pepe
1 cucchiaino di salsa Worcester
50 ml di succo di limone
2 cucchiai di maionese industriale
6 acciughe, private delle lische e tritate finemente
75 g di parmigiano, grattugiato
 
6 porzioni
 
Schiacciate l’aglio con un coltello o un pestello e ricoprite con olio di oliva. Lasciatelo
marinare per 1 ora. Tagliate il pane a cubetti di circa 2 centimetri. Togliete l’aglio dall’olio e tenete da parte. Condite i cubetti di pane con 4 cucchiai di olio e metteteli in forno per 20 minuti a 150°C circa, girandoli perché tostino in maniera uniforme.
 
Eliminate le foglie più esterne della lattuga. Tagliate le foglie rimaste in pezzi di 5 centimetri e poneteli in un’insalatiera. Insaporite con sale e pepe e condite con l’olio aromatizzato all’aglio rimasto. Emulsionate la salsa Worcester con il succo di limone e la maionese. Versate il composto sulla lattuga e rimescolate. Aggiungete i crostini e le acciughe e mescolate di nuovo. Spolverizzate con parmigiano grattugiato e servite.
100 PROGETTI DI GIARDINAGGIO SEMPLICISSI

Ean13: 9788865206782
Autore: CATHERINE DELVAUX
Editore: CASTELLO
Prezzo:19,5016,58
Q.tà:
Disponibili: >100
Occorrente:



Realizzazione:
1. Bucate il mastello con 3 fori.
2. Versate uno strato di 3 cm di palline di argilla sul fondo. Foderate il mastello con il telo.
3. Riempite di terriccio fino a metà. Inserite le piante ben annaffiate. Completate con il terriccio, pressate bene attorno alle piante e sul bordo del mastello.
4. Annaffiate a pioggia per finire di assestare la terra.

500 INSALATE

Ean13: 9788865206829
Autore: BLAKE
Editore: CASTELLO
Prezzo:10,008,50
Q.tà:
Disponibili: >100
Lo zenzero piccante, il pepe di Cayenna speziato e il coriandolo profumato sono i compagni perfetti per le morbide, burrose patate dolci di questa semplice insalata. 
Le noci di macadamia tostate aggiungono un delizioso tocco croccante.

 
1 kg di patate dolci, sbucciate e tagliate a dadini
350 g di noci di macadamia
175 ml di brodo vegetale
3 cucchiai di aceto balsamico bianco
3 cucchiai di olio di semi di girasole 
1 cucchiaio di miele
1 cucchiaino di zenzero appena grattugiato
sale e pepe di Cayenna a piacere
1 mazzo di coriandolo fresco
 
 
Cuocete le patate dolci in acqua salata per circa 10 minuti, o fino a quando non sono tenere. Scolatele bene.
Tostate le noci in una padella antiaderente senza condimento.
Mescolate il brodo con l’aceto balsamico, l’olio, il miele e lo zenzero. Aggiungete le patate e le noci e rimescolate delicatamente. Insaporite con sale e pepe di Cayenna e lasciate raffreddare 
leggermente. Unite le foglie di coriandolo all’insalata. Controllate il condimento e servite.

4 porzioni
 
500 INSALATE

Ean13: 9788865206829
Autore: BLAKE
Editore: CASTELLO
Prezzo:10,008,50
Q.tà:
Disponibili: >100
L’insalata di patate, molto amata da tutti, è perfetta per i pranzi in famiglia, i barbecue e i buffet. In questa versione è utilizzata una salsa alla maionese e yogurt invece della tradizionale maionese.
 
1 kg di patate ben sode
2 cipollotti
 
per la salsa: 
4 cucchiai di aceto di vino bianco
175 g di maionese
75-100 g di yogurt bianco
sale e pepe
erba cipollina fresca tritata, per guarnire
 
Immagine.jpg
 
Lavate le patate e lessatele in acqua bollente salata per 35-30 minuti. Scolatele, lasciatele asciugare, poi sbucciatele e affettatele quando sono ancora molto calde.
Lavate e spuntate i cipollotti e tagliateli ad anelli sottili.
Emulsionate l’aceto, la maionese, lo yogurt, il sale e il pepe per ottenere la salsa. Lasciate raffreddare leggermente le patate, poi conditele con la salsa quando sono ancora calde. Lasciate raffreddare del tutto l’insalata, mescolando di tanto in tanto. Unite delicatamente i cipollotti oppure spargeteli sopra l’insalata insieme all’erba cipollina prima di servire.

4 porzioni
Castello Chiara Edizioni Clavis Giochi Educativi Ideeali Lemniscaat Red Margherita Edizioni Tourbillon

Seguici sui social

Il Castello Editore su Facebook Il Castello Editore su Twitter Il Castello Editore su Instagram Il Castello Editore su Pinterest

Contatti

IL CASTELLO SRL a socio unico
VIA MILANO 73/75, 20010 CORNAREDO (MI)
P.IVA: 12644280153
Registro delle imprese REG.IMPR.16884/99
Capitale versato € 10.000,00

Tel. 02 / 99.76.24.33
Fax 02 / 99.76.24.45
info@ilcastelloeditore.it