Libri per passione
Marchi di accettazione PayPal
101 ALIMENTI CHE FANNO BENE AL MIO BAMBI

Ean13: 9788857308586
Autore: MARIA PAOLA DALL'ERTA
Editore: RED
Prezzo:19,9018,91
Q.tà:
Disponibili: >100

Equilibrio e varietà sono indiscutibilmente al primo posto tra i fattori che caratterizzano una dieta sana e bilanciata.
Un altro elemento di grande importanza è costituito dalla qualità delle materie prime e dalla tracciabilità del prodotto, che va a garantire la provenienza e il tipo di produzione degli alimenti.

Per chi è onnivoro e ama concedersi, con la giusta moderazione, una bistecca di manzo o una fettina di pollo, diventa importantissimo imparare a controllare e leggere le informazioni delle etichette, che variano anche a seconda del tipo di carne. La legislazione italiana infatti è differente a seconda che si parli di carne bovina, suina, avicola oppure ovina. Nell'acquisto di carni tagliate e preconfezionate è buona regola prediligere quelle con un'etichettatura con diciture "abbondanti" e con il bollo sanitario. Quest'ultimo è formato da tre codici scritti uno sopra l'altro: IT (Paese dello stabilimento di imballaggio), XXXY (codice dello stabilimento), CE (Comunità Europea).
Ma ciò che deve essere presente è: 
- il nome specifico della parte di animale;
- la quantità netta;
- la data di confezionamento;
- la data di scadenza;
- i consigli di conservazione;
- i consigli di impiego;
- il numero di riferimento dell'animale;
- il Paese di nascita (le carni importante nel territorio UE recano la dicitura "origine non UE")
- il Paese e il numero del luogo di allevamento; 
il Paese e il numero del luogo di macellazione;
il Paese e il numero del laboratorio di analisi;
- l'età dell'animale nel momento della macellazione. Per comodità si utilizza una terminologia specifica per indicarla: al di sotto degli 8 mesi si parla di vitello o categoria V, tra gli 8 e i 12 mesi di vitellone o categoria Z, al di sopra dei 12 mesi di bovino adulto;
- la categoria, nelle avicole (A: migliore; B: meno pregiata, in base alla conformazione dell'animale, alla consistenza della carne e del grasso);
- nelle carni avicole, il tipo di alimentazione o di allevamento.




Il consiglio di Maria Paola Dall'Erta, autrice di "101 alimenti che fanno bene al mio bambino", è di privilegiare quelle carni dove il Paese di nascita, di allevamento, di macellazione e di confezionamento coincidono. Nella carni avicole va privilegiata la categoria A e l'allevamento all'aperto con alimentazione da granaglie o macinati, preferibilmente non arricchiti con farina di soia, che nella maggior parte dei casi è OGM. Un altro accorgimento da non trascurare è lo stato di commercializzazione. Se possibile, meglio acquistare un prodotto fresco, né surgelato né conservato. La pratica di acquistare più carne del necessario e poi congelarla dovrebbe diminuire sempre di più a favore di un prodotto acquistato fresco e consumato in breve tempo. I valori nutrizionali cambiano; nello specifico alcune vitamine vengono denaturate dalle basse temperature.


Castello Chiara Edizioni Clavis Giochi Educativi Ideeali Lemniscaat Red Margherita Edizioni Tourbillon

Seguici sui social

Il Castello Editore su Facebook Il Castello Editore su Twitter Il Castello Editore su Instagram Il Castello Editore su Pinterest

Contatti

IL CASTELLO SRL a socio unico
VIA MILANO 73/75, 20010 CORNAREDO (MI)
P.IVA: 12644280153
Registro delle imprese REG.IMPR.16884/99
Capitale versato € 10.000,00

Tel. 02 / 99.76.24.33
Fax 02 / 99.76.24.45
info@ilcastelloeditore.it